News RSA Noale

RSA Noale

La nuova residenza per anziani

La nuova residenza per anziani è dimensionata per una capacità ricettività, di 160 posti letto, organizzati in quattro nuclei funzionali da 40 posti letto ciascuno.
Sotto il profilo architettonico-strutturale, in fase di progettazione si è tenuto conto di alcuni concetti di carattere prettamente socio-sanitario che trovano giusta condivisione anche da parte dagli uffici Regionali Competenti. Ci riferiamo in primo luogo al fatto che la struttura è sempre più fruita da ospiti le cui condizioni di non autosufficienza, nelle diverse forme, li costringe a rimanere all'interno del nucleo e quindi nella maggior parte dei casi ai piani. Ciò ha suggerito un potenziamento dei servizi e degli spazi di nucleo, con particolare riferimento per i pranzi ed i soggiorni.



Altro concetto da sottolineare, ed assunto per la nuova struttura, è l'organizzazione complanare dei nuclei abitativi a due a due, permettendo di avere in comune alcuni servizi, e quindi una maggiore funzionalità ed ottimizzazione delle risorse umane, fermo restando per ogni nucleo gli spazi individuali ed i servizi previsti per gli ospiti come bagno assistito e cucinetta di piano.
Infine, ma non meno importante, la flessibilità della struttura ad assorbire le diverse condizioni di non autosufficienza in relazione alla domanda, (hospice, stati vegetativi, alzheimer, accogliementi temporanei, ecc), ma anche in relazione al mutare delle condizioni di non autosufficenza proprie dell'ospite, che possono essere gestite senza traumatici spostamenti e cambiamenti delle sue abitudini.

Sotto il profilo impiantistico, giova ricordare come le moderne Residenze Sanitarie Assistenziali costituiscano, nella prassi attuale, la tipologia di ambiente che più si avvicina ad una struttura Sanitaria: offrono a soggetti non totalmente autosufficienti, anziani e non, un medio livello di assistenza medica, infermieristica e riabilitativa, accompagnata da un livello "alto" di tutela assistenziale ed alberghiera.
La richiesta di elevata tutela alberghiera, comprende la garanzia di un corretto controllo delle condizioni termoigrometriche invernali ed estive, oltre che della qualità e dei livelli di illuminamento, senza trascurare gli aspetti acustici. I tassi di rinnovo necessari a garantire la qualità dell'aria e gli elevati fabbisogni di acqua calda sanitaria, costituiscono un ulteriore elemento di aumento del fabbisogno energetico.
Questi elementi sono stati ampiamente affrontati nella RSA in oggetto e da una costante collaborazione tra investitore, progettisti ed esecutori è scaturito l’impiego di soluzioni edilizie ed impiantistiche specializzate, con approfondimenti accurati dei sistemi di isolamento, dei sistemi vetrati e degli apparati di produzione energetica, oltre che dei terminali di utilizzo e delle fonti di energia rinnovabile.

vai alla scheda